Gastrite

La gastrite è dovuta a due componenti, uno di natura chimica e uno di natura meccanica. La componente di natura meccanica è legata alla mobilità dello stomaco, che con una buona seduta osteopatica viene ripristinata completamente, lavorando sulla mobilità del diaframma e le tensioni che invece arrivano dal basso, dall’addome e quindi dall’intestino dal colon discendente. Per cui, un problema di mobilità dello stomaco può essere dovuto a una tensione generata da un qualsiasi punto dell’addome e dunque bisogna fare un riequilibrio totale dell’addome e questo libera la mobilità dello stomaco e del diaframma.

Le cause chimiche, nella gastrite, sono relative all’acidità, cioè a un’alimentazione iperacida. Per cui, per esempio, introducendo degli alimenti basici, come la verdura cruda, prima di cominciare a mangiare, questi tendono a riequilibrare l’organismo. Un altro rimedio basico è il succo di limone in acqua. Ma ancor prima dei rimedi basici, è importante sapere anche cosa acidifica il corpo. L’acidificazione è data da un eccesso di proteine di origine animale, da agenti tossici, come il caffè o il fumo. Per cui, come prima cosa, vanno eliminate le sostanze che intossicano (fumo e caffè), poi vanno ridotte le proteine di origine animale e, nello specifico e più frequentemente, latte e derivati e quindi aumentate la verdura cruda e la frutta (in termini di idratazione).