“Come andare al bagno bene”: in diretta su Radio 24



Posso dire che io e Giuseppe Cruciani de La Zanzara abbiamo qualcosa in comune: l’interesse per la “cacca”. Come andare al bagno bene è l’argomento centrale nel mio spettacolo, ma è anche il tema con cui Cruciani e Parenzo hanno voluto iniziare la settimana radiofonica.

E allora, parliamone. Questa volta al telefono, in diretta su Radio 24. Un’esperienza molto divertente, anche se le cose da spiegare sono davvero tante (tant’è che ho costruito uno spettacolo ad hoc).

Nei giorni scorsi, Cruciani ha già spiegato perché è importante la posizione che assumiamo al bagno, e quindi perché dovremmo affidarci a un semplicissimo sgabello. Ho confermato che la posizione ideale per migliorare ogni problema di stitichezza è raggiungere la massima accosciata. Non c’è niente da inventarsi, bisogna solo tornare al modello originale. Il bagno perfetto sarebbe quello alla turca, e io ho anche provato a installarlo a casa mia ma senza risultati. Allora, la soluzione migliore per tutti, è usare lo sgabello per sollevare le gambe fino a raggiungere un angolo di 30 gradi.

Insieme a questo, sono tanti i fattori che contribuiscono al benessere dell’intestino. Come dico sempre infatti, la cacca è l’unità di misura della salute. Dobbiamo farla almeno una volta al giorno, appena svegli.

Sul tema “come andare al bagno bene”, idratazione, respirazione e alimentazione diventano fondamentali. In diretta con Cruciani infatti ho spiegato infatti che è importante respirare col diaframma e che bisogna mangiare assolutamente frutta e verdura cruda.

Ascoltatela, è molto piacevole e magari vi fate anche due risate. Che fa sempre bene: anche il sorriso è necessario per vivere bene.

E poi, volevo aspettare ad annunciarlo, ma Cruciani in diretta radiofonica mi ha bruciato la notizia. Ovviamente te ne sono grato, caro Giuseppe Cruciani.

E allora, tenetevi forte: il 29 gennaio lo spettacolo “Chi è causa del suo mal pianga sul…” vola allo Zelig di Milano. Invitate tutti i vostri amici e parenti perché, come qualcuno di voi saprà, questa è la conferenza più buffa e utile che ci sia.

A breve tutte le informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *